Company Logo

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand


ACCESSO UTENTI

LITURGIA di OGGI

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

PARROCCHIA

foto parrocchia

VIA CRUCIS DEI BAMBINI

LA   VIA  CRUCIS   DEI BAMBINI

  PER LE VIE DEL NOSTRO QUARTIERE

8 APRILE 2014
You need to upgrade your Flash Player

Joomla Slideshow




  Aiutati dalle catechiste, i bambini del catechismo hanno portato in giro per   le strade del nostro territorio la grande croce costruita con estrema cura dal   gruppo Masci.

  Con molta devozione i bambini hanno seguito Gesù lungo le tappe della sua   passione ed hanno sollecitato genitori e abitanti del quartiere a partecipare   anche loro a questo pio esercizio della nostra fede.

  Preghiamo con loro davanti alle stazione della Via Crucis disegnate dagli   stessi bambini.

  SEGUIAMOLI …

  SENZA COMMENTI …

  SENZA PAROLE…

  IN SILENZIO …

  PREGANDO …!

Ultimo Saluto a Padre Damiano Comes

Oggi l'ultimo saluto a Padre Damiano Comes

di radiocittadella

17 ottobre 2012  Comes funerali San Lorenzo da Brindisi

di LUCA FUSCO

Oggi alle 15.30 l'ultimo saluto della sua parrocchia, dei suoi fedeli, dei suoi amici frati cappuccini. Padre Damiano Comes ha lasciato un vuoto importante nella Chiesa di San Lorenzo da Brindisi e in tutti quei cuori che in questi anni di apostolato l'hanno seguito, ne hanno conosciuto lo spirito fermo e bonario a tempo stesso. Un male incurabile se l'è portato via lunedì mattina, lo stesso male che lo ha tenuto lontano dalla sua gente, dai suoi parrocchiani negli ultimi mesi della sua vita. Ricoverato nell'ospedale "Miulli" di Acquaviva delle Fonti, le sue condizioni di salute sono peggiorate questa estate, proprio a ridosso dei festeggiamenti in onore di San Lorenzo da Brindisi, una delle cose a cui Fra Damiano teneva di più. L'intervento, ultimo tentativo di rinviare ogni triste epilogo, non riuscì ad arrestare la malattia. Da allora padre Damiano non è più tornato a Taranto, trascorrendo la convalescenza nel suo paese natale, Castellaneta, fino all'ultima degenza nell'ospedale di Acquaviva, dove la morte lo ha colto.

Una delle figure più note nell'ambito ecclesiale tarantino. Uomo di grande spiritualità, fortissima fede e grande amore per la Madonna.

Padre Damiano era nato a Castellaneta il 14 agosto del 1939. Fu ordinato a Bari il 26 marzo del 1966 dall'allora Arcivescovo Mons. Nicodemo. Brindisi, in un certo senso nel suo destino. Dapprima nel convento di San Pasquale a Francavilla Fontana, dove rimase per 15 anni occupandosi di giovani e del Terz'Ordine. Fu quindi destinato alla parrocchia dell'Ave Maris Stella, al Casale, popolarissimo quartiere di Brindisi, in cui fu parroco per 21 anni. Qui riuscì a realizzare una biblioteca con oltre diecimila volumi. Quindi nel 2003 divenne parroco della Chiesa di San Lorenzo da Brindisi, a Taranto. Con lui, un altro frate, padre Virgilio Forcillo che divenne suo vicario. Inseparabili i due. Ristrutturazione della chiesa e dei campetti dell'oratorio, un nuovo salone parrocchiale (che sarà a lui intitolato). Queste solo alcune delle opere sotto il suo parrocato di cui resterà però la sua disponibilità, verso tutti, parrocchiani e non.

I funerali saranno celebrati dal provinciale dell'ordine francescano, padre Piergiorgio Taneburgo; prevista la presenza di tutti i parroci precedenti e dei cappuccini della regione. Domani poi la salma sarà traslata al Cimitero di Castellaneta dove, alle ore 9, verrà officiata una messa di suffragio.

Sul sito ufficiale della Chiesa di San Lorenzo, nella pagina a lui dedicata, campeggia una frase: "Nella semplicità del mio cuore, tutto ti ho donato, o Signore, gioiosamente". Padre Damiano era tutto questo.fra-damiano-comes3

TAVOLE DI FAMIGLIE S. LORENZO 1958 - 2012

TAVOLE DI FAMIGLIA della FRATERNITA’ di S. LORENZO da BRINDISI in TARANTO
(1958 - 2012)

 1 marzo 1958

P Ambrogio da Giovinazzo: parroco;
Fr. Fedele da Barbarano: fratello laico.

Tavola di Famiglia costituita dopo il XIV Capitolo provinciale del 27 luglio - 5 agosto 1958

P. Agatangelo da Triggiano: presidente, parroco ed economo;
Fr. Giocondo da Bari: fratello laico.

Tavola di Famiglia costituita dopo il XV Capitolo provinciale del 18 luglio 1961

P. Agatangelo da Triggiano; parroco ed economo;
P. Antonio da Stigliano: vice parroco, discreto, confessore dei Fratini di Francavilla Fontana (BR);
Fr. Giocondo da Bari: fratello laico.

Tavola di famiglia costituita dopo il XVI Capitolo provinciale del 17 luglio 1964

P. Geremia da Francavilla Fontana: presidente e parroco;
P. Antonino da S. Michele Salentino: vice parroco e discreto;
Fr. Bonaventura da Terlizzi: fratello laico.

Tavola di famiglia costituita dopo il XVII Capitolo provinciale del 21 luglio 1967

P. Serafino da Rutigliano: presidente, parroco ed economo;
P. Guido da Alessano: vice parroco;
P. Vito da Triggiano: discreto e promotore di vocazioni.

Tavola di famiglia costituita dopo il XVIII Capitolo provinciale del 26 luglio - 12 agosto 1970

P. Emanuele Spinazzola: superiore, economo e vice parroco;
P. Agatangelo Bisceglie: vicario;
P. Serafino Sorino: parroco.

Tavola di famiglia costituita dopo il XIX Capitolo provinciale del 20 giugno - 4 luglio 1973

P. Severino Ciannella: superiore e parroco;
P. Vincenzo Capuano: vicario e vice parroco;
P. Gentile Lacalamita, vice parroco ed economo;
P. Eusebio Stefanizzi: studente al Collegio Internazionale S. Lorenzo da Brindisi;
Fr. Dionigi Danese: sacrista e cuciniere.

Tavola di famiglia costituita dopo il XX Capitolo provinciale del 20 - 24 aprile 1976

P. Gabriele Simone: superiore e parroco;
P. Ludovico Ierardi: vicario e vice parroco;
P. Bonaventura Mossuto: economo;
P. Vincenzo Capuano;
Fr. Massimiliano Carucci.

Nota: con lettera circolare n. 2/2 del 30 giugno 1976, P. Lorenzo Invidia, Ministro Provinciale, apportò le seguenti modifiche alla famiglia:

P. Bonaventura Mossuto: vice parroco;
P. Severino Ciannella: superiore e parroco.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXI Capitolo provinciale del 18 - 23 giugno 1979

P. Andrea Caroli: superiore, vice parroco ed economo;
P. Bonaventura Mossuto: vicario e parroco;
P. Corrado Mappa: vice parroco;
P. Vincenzo Capuano.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXII Capitolo provinciale del 14 - 17 luglio 1982

P. Andrea Caroli: guardiano, vice parroco ed economo;
P. Bonaventura Mossuto: vicario e parroco;
P. Corrado Mappa: vice parroco;
P. Vincenzo Capuano.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXIII Capitolo provinciale del 1 - 5 luglio / 3 - 4 settembre 1985

P. Andrea Caroli: economo;
P. Bonaventura Mossuto: guardiano e parroco;
P. Corrado Mappa: vicario e vice parroco;
P. Vincenzo Capuano.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXIV Capitolo provinciale del 29 agosto - 1 settembre 1988

P. Andrea Caroli: guardiano ed economo;
P. Severino Ciannella: parroco;
P. Corrado Mappa: vicario e vice parroco;
P. Saverio Ligorio: assistente Gi. Fra.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXV Capitolo provinciale del 22 - 25 luglio 1991

P. Severino Ciannella: guardiano e parroco;
P. Cataldo Giordano: vice parroco;
P. Corrado Mappa: vicario, economo e collaboratore parrocchiale;
P. Vincenzo Capuano: assistente spirituale presso l’ospedale civile SS. Annunziata;
Fr. Silvestro Tupputi: sacrista e addetto al ministero fraterno.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXVI Capitolo provinciale del 10 - 12 febbraio 1994

P. Severino Ciannella: guardiano e parroco;
P. Corrado Mappa: vicario, economo e vice parroco;
P. Cataldo Giordano: collaboratore parrocchiale ed assistente spirituale presso l’ospedale civile
    SS. Annunziata;
P. Vincenzo Capuano;
Fr. Silvestro Tupputi: ministero fraterno.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXVII Capitolo provinciale del 2 - 7 giugno 1997

P. Corrado Mappa: guardiano, vice parroco ed economo;
P. Severino Ciannella: vicario e parroco;
P. Cataldo Giordano: collaboratore parrocchiale ed assistente spirituale presso l’ospedale civile
    SS. Annunziata;
P. Vincenzo Capuano: confessore;
Fr. Silvestro Tupputi: ministero fraterno.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXVIII Capitolo provinciale del 28 agosto - 1 settembre 2000

P. Francesco Monticchio: guardiano e parroco;
P. Cataldo giordano: vicario e vice parroco;
P. Corrado Mappa: economo;
P. Domenico Mirizzi: studente STIP e collaboratore parrocchiale.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXIX Capitolo provinciale del 8 - 10 luglio / 13 - 15 novembre 2003

P. Virgilio Forcillo: guardiano;
P. Damiano Comes: parroco;
P. Cataldo Giordano: collaboratore parrocchiale;
P. Corrado Mappa: vice parroco.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXX Capitolo provinciale del 18 - 21 aprile / 3 - 5 luglio 2006

P. Francesco Milillo: guardiano e vice parroco;
P. Damiano Comes: vicario e parroco;
P. Virgilio Forcillo: economo e viceparroco;
P. Cataldo Giordano: collaboratore parrocchiale;
P. Corrado Mappa: residente infermeria di S. Giovanni Rotondo.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXXI Capitolo provinciale del 4 - 8 maggio 2009

P. Virgilio Forcillo: guardiano, economo e vice parroco;
P. Damiano Comes: parroco;
P. Francesco Milillo: vicario;
P. Gianpaolo Lacerenza: vice parroco, studente presso l’Accademia Alfonso - Roma.
P. Corrado Mappa: residente presso Casa alloggio S. Paolo - Martina Franca (TA).

Tavola di famiglia costituita dopo il XXXII Capitolo provinciale del 30 aprile - 4 maggio 2012

  • P. Virgilio D. Forcillo: Guardiano,  e vice parroco;
  • P. Damiano Comes: Parroco;
  • P. Severino Ciannella, Vicario ed Economo;
  • P. Saverio C. Ligorio, Collaboratore parrocchiale;
  • P. Corrado A. Mappa: Cappellano Casa di Riposo “S. Paolo” Martina Franca

Appendice Tavola di famiglia 01 settembre 2012

  • p. Virgilio D. Forcillo: Guardiano e Vice Parroco;
  • p. Severino Ciannella: Amministratore Parrocchiale;
  • p. Saverio C. Ligorio: Collaboratore parrocchiale;
  • p. Corrado A. Mappa: Cappellano Casa di Riposo “S. Paolo” Martina Franca

 

 

 

 

 

 

FRATERNITA' S. LORENZO 1958 - 2009




TAVOLE DI FAMIGLIA della FRATERNITA’ di
S. LORENZO da BRINDISI in TARANTO
(1958 - 2009)




1 marzo 1958

P. Ambrogio da Giovinazzo: parroco;
Fr. Fedele da Barbarano: fratello laico.

Tavola di Famiglia costituita dopo il XIV Capitolo provinciale del 27 luglio - 5 agosto 1958

P. Agatangelo da Triggiano: presidente, parroco ed economo;
Fr. Giocondo da Bari: fratello laico.

Tavola di Famiglia costituita dopo il XV Capitolo provinciale del 18 luglio 1961

P. Agatangelo da Triggiano; parroco ed economo;
P. Antonio da Stigliano: vice parroco, discreto, confessore dei Fratini di Francavilla Fontana (BR);
Fr. Giocondo da Bari: fratello laico.

Tavola di famiglia costituita dopo il XVI Capitolo provinciale del 17 luglio 1964

P. Geremia da Francavilla Fontana: presidente e parroco;
P. Antonino da S. Michele Salentino: vice parroco e discreto;
Fr. Bonaventura da Terlizzi: fratello laico.

Tavola di famiglia costituita dopo il XVII Capitolo provinciale del 21 luglio 1967

P. Serafino da Rutigliano: presidente, parroco ed economo;
P. Guido da Alessano: vice parroco;
P. Vito da Triggiano: discreto e promotore di vocazioni.

Tavola di famiglia costituita dopo il XVIII Capitolo provinciale del 26 luglio - 12 agosto 1970

P. Emanuele Spinazzola: superiore, economo e vice parroco;
P. Agatangelo Bisceglie: vicario;
P. Serafino Sorino: parroco.

Tavola di famiglia costituita dopo il XIX Capitolo provinciale del 20 giugno - 4 luglio 1973

P. Severino Ciannella: superiore e parroco;
P. Vincenzo Capuano: vicario e vice parroco;
P. Gentile Lacalamita, vice parroco ed economo;
P. Eusebio Stefanizzi: studente al Collegio Internazionale S. Lorenzo da Brindisi;
Fr. Dionigi Danese: sacrista e cuciniere.

Tavola di famiglia costituita dopo il XX Capitolo provinciale del 20-24 aprile 1976

P. Gabriele Simone: superiore e parroco;
P. Ludovico Ierardi: vicario e vice parroco;
P. Bonaventura Mossuto: economo;
P. Vincenzo Capuano;
Fr. Massimiliano Carucci.

Nota:

Con lettera circolare n. 2/2 del 30 giugno 1976,
P. Lorenzo Invidia, Ministro Provinciale, apportò le seguenti modifiche alla famiglia:

P. Bonaventura Mossuto: vice parroco;
P. Severino Ciannella: superiore e parroco.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXI Capitolo provinciale del 18- 3 giugno 1979

P. Andrea Caroli: superiore, vice parroco ed economo;
P. Bonaventura Mossuto: vicario e parroco;
P. Corrado Mappa: vice parroco;
P. Vincenzo Capuano.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXII Capitolo provinciale del 14-17 luglio 1982

P. Andrea Caroli: guardiano, vice parroco ed economo;
P. Bonaventura Mossuto: vicario e parroco;
P. Corrado Mappa: vice parroco;
P. Vincenzo Capuano.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXIII Capitolo provinciale del 1-5 luglio/3-4 settembre 1985

P. Andrea Caroli: economo;
P. Bonaventura Mossuto: guardiano e parroco;
P. Corrado Mappa: vicario e vice parroco;
P. Vincenzo Capuano.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXIV Capitolo provinciale del 29 agosto - 1 settembre 1988

P. Andrea Caroli: guardiano ed economo;
P. Severino Ciannella: parroco;
P. Corrado Mappa: vicario e vice parroco;
P. Saverio Ligorio: assistente Gi. Fra. 

Tavola di famiglia costituita dopo il XXV Capitolo provinciale del 22-25 luglio 1991

P. Severino Ciannella: guardiano e parroco;
P. Cataldo Giordano: vice parroco;
P. Corrado Mappa: vicario, economo e collaboratore parrocchiale;
P. Vincenzo Capuano: assistente spirituale presso l’ospedale civile SS. Annunziata;
Fr. Silvestro Tupputi: sacrista e addetto al ministero fraterno.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXVI Capitolo provinciale del 10-12 febbraio 1994

P. Severino Ciannella: guardiano e parroco;
P. Corrado Mappa: vicario, economo e vice parroco;
P. Cataldo Giordano: collaboratore parrocchiale ed assistente spirituale
                                      presso l’ospedale civile SS. Annunziata;
P. Vincenzo Capuano;
Fr. Silvestro Tupputi: ministero fraterno.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXVII Capitolo provinciale del 2-7 giugno 1997

P. Corrado Mappa: guardiano, vice parroco ed economo;
P. Severino Ciannella: vicario e parroco;
P. Cataldo Giordano: collaboratore parrocchiale ed assistente spirituale
                                      presso l’ospedale civile SS. Annunziata.
P. Vincenzo Capuano: confessore;
Fr. Silvestro Tupputi: ministero fraterno.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXVIII Capitolo provinciale del 28 agosto - 1 settembre 2000

P. Francesco Monticchio: guardiano e parroco;
P. Cataldo Giordano: vicario e vice parroco;
P. Corrado Mappa: economo;
P. Domenico Mirizzi: studente STIP e collaboratore parrocchiale.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXIX Capitolo provinciale del 8-10 luglio/13-15 novembre 2003

P. Virgilio Forcillo: guardiano;
P. Damiano Comes: parroco;
P. Cataldo Giordano: collaboratore parrocchiale;
P. Corrado Mappa: vice parroco.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXX Capitolo provinciale del 18-21 aprile/3-5 luglio 2006

P. Francesco Milillo: guardiano e vice parroco;
P. Damiano Comes: vicario e parroco;
P. Virgilio Forcillo: economo e viceparroco;
P. Cataldo Giordano: collaboratore parrocchiale;
P. Corrado Mappa: residente infermeria di S. Giovanni Rotondo.

Tavola di famiglia costituita dopo il XXXI Capitolo provinciale del 4 - 8 maggio 2009

P. Virgilio Forcillo: guardiano e economo;
P. Damiano Comes: parroco;
P. Francesco Milillo: vicario;
P. Gianpaolo Lacerenza: vice parroco, studente presso l’Accademia Alfonso - Roma.
P. Corrado Mappa: residente presso Casa alloggio S. Paolo - Martina Franca (TA).

STORIA DELLA NOSTRA PARROCCHIA

STORIA DELLA NOSTRA PARROCCHIA

1.3.1958
Con bolla dell'allora Amministratore Apostolico, Mons. Guglielmo Motolese, viene eretta la nuova Parrocchia di S. Lorenzo da Brindisi, con "territorio compreso tra il Viale Venezia (parte destra) dal nuovo Arsenale fino all'incrocio con Via Dante; dall'incrocio con Via Dante con una linea immaginaria diretta sino ai confini di S. Giorgio Jonico e dall'altra parte con i confini della Parrocchia di Talsano"; la Parrocchia viene affidata pleno iure alla Provincia religiosa dei Padri Minori Cappuccini di Puglia. Con altra bolla in pari data l'amministrazione della Parrocchia viene affidata provvisoriamente a Padre Ambrogio, da Giovinazzo.

12.8.1958
In sostituzione di Padre Ambrogio viene nominato amministratore Padre Agatangelo Bisceglie, da Triggiano.

16.7.1959
Viene sottoscritta la Convenzione per l'affidamento della Parrocchia tra S.E. Mons. Motolese ed il Padre Provinciale dei Cappuccini di Puglia, Padre Arcangelo da Barletta.

1.9.1959
P. Agatangelo viene nominato Parroco di San Lorenzo da Brindisi ed il successivo 8 dicembre prende possesso canonico della Parrocchia.

12.1.1960
Viene emanato il decreto del Presidente della Repubblica con cui la nuova Parrocchia viene riconosciuta a tutti gli effetti civil.

1.9.1962

Viene nominato Parroco P. Egidio Indellicato, da Triggiano, che prende possesso canonico alla fine di novembre.

1963
La famiglia Tria-Schiavone dona alla Parrocchia la statua del SS. Crocifisso, opera del cartapestaio leccese, Cav. Pietro Indino, attualmente collocata sulla parete a destra entrando nella chiesa.

8.9.1964
Viene nominato Parroco P. Geremia Massari, da Francavilla Fontana, che prende possesso canonico il successivo 22 dicembre.

1.9.1967
Viene nominato Parroco P. Serafino Sorino, da Rutigliano, che prende possesso il successivo 5 novembre.

30.3/7.4.1968
Ad iniziativa del Parroco P. Serafino Sorino, nella ricorrenza dell'Anno della Fede, indetto da S.S. Papa Paolo VI per celebrare il 19° centenario del martirio dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, viene celebrata in Parrocchia la "Settimana della Fede", nel corso della quale celebra la sua prima messa solenne il novello sacerdote cappuccino P. Corrado Mappa; nel corso della settimana intervengono Mons. Nicola Di Comite, P. Salvatore Discepolo sj, don Franco Ratti, D. Franco Castellana, nonché i laici prof. Domenico Amalfitano, avv. Gregorio Pasanisi, prof. Maria Rambelli, prof. Luigi Lorusso. La settimana viene conclusa con l'intervento dell'Arcivescovo S.E. Mons. Guglielmo Motolese, il quale non lascia passare molto tempo prima di riproporre l'iniziativa a tutta la Chiesa diocesana.

1.9.1972
Viene nominato Parroco P. Severino Ciannella, da Montescaglioso.

24.3.1978
Nel giorno di venerdì santo per la prima volta la statua del SS. Crocifisso viene portata in processione per le vie del quartiere.

6.4.1979
Ha inizio la tradizione di svolgere la Via Crucis con la processione del SS. Crocifisso per le vie della Parrocchia nel giorno del venerdì di passione che precede la domenica delle palme.

1.9.1979
Viene nominato Parroco P. Bonaventura Mossuto, da Montescaglioso, che prende possesso il successivo 1 ottobre.

4.3.1989
Viene dedicata da S.E., Mons. Salvatore De Giorgi, Arcivescovo di Taranto, la nuova Chiesa Parrocchiale, edificata su progetto dell'arch. Filiberto Lembo, mentre la sistemazione interna dell'aula è stata effettuata su progetto dell'arch. Mattia del Prete.

Estate 1989
Viene realizzato l'affresco dell'abside, opera dell'arch. Maurizia Leds, della I Comunità Neocatecumenale S. Carlo Borromeo di Milano

1.9.1989
Per la seconda volta viene nominato Parroco P. Severino Ciannella, da Montescaglioso, il quale prende possesso il successivo 4 ottobre.

Estate 1995
L'arch. Maurizia Leds realizza l'icona raffigurante i Misteri del Rosario, collocata sulla parete a sinistra entrando in chiesa.

11/18.1.1998
E' presente in Parrocchia la Venerata Immagine della Beata Vergine del Santo Rosario di Pompei, con grande concorso di popolo.

13.2.1999
All'età di 86 anni decede P. Vincenzo Capuano da Francavilla Fontana, già cappellano ospedaliero, confessore stimato e ricercato, per molti anni presente nella fraternità dei Cappuccini di S. Lorenzo da Brindisi, amatissimo da tutti i parrocchiani.

7.10.2000
Arrivo in Parrocchia di P. Francesco Monticchio, da Campi Salentina, nominato Parroco il successivo 10 ottobre e che prende possesso il 19 ottobre.

10.07.2003
In questo mese di luglio viene nominato Parroco P. Damiano Comes.


28.06.2006
All’età di 76 anni ritorna alla casa del Padre, Padre Cataldo Giordano. Ordinato il 4 ottobre 1975. Coadiutore nella parrocchia San Lorenzo da Brindisi, cappellano dell’ospedale SS. Annunziata di Taranto. Amato da tutti i parrocchiani, “in special modo dai gruppi del Cammino Neocatecumenale”, per la sua bontà, affabilità e disponibilità.





























PROCESSIONE CROCIFISSO

 

COSÌ É NATA LA NOSTRA PROCESSIONE DEL CROCIFISSO
a cura dell'Avv. Nicola Mazzia

Si sta approssimando la Pasqua del 1978 e fervono in Parrocchia i consueti preparativi . Il parroco P. Severino, si trova a parlare con Franco Ortino e Franco Di Giorgio. Il suo sguardo cade sul Crocifisso esposto in fondo alla vecchia chiesa. Gli viene in mente un'idea che subito espone ai suoi interlocutori : "Che bel Crocifisso che abbiamo ! Perché il venerdì Santo non organizziamo una Via Crucis per le strade della Parrocchia e non lo portiamo in processione?" Detto fatto . Si mette subito in moto la macchina organizzativa . Qualcuno ricorda : "Quando ero piccolo , i primi anni che ci trasferimmo qui dalla città vecchia se non sbaglio, il venerdì Santo già si svolgeva una processione con il Crocifisso . Certamente - ricorda Giovanni Caforio - abbiamo ancora conservato il supporto di metallo che si montava sulla base che realizzammo in arsenale per portare in processione il Crocifisso . Da qualche parte ci deve essere anche la troccola che si utilizzava durante la quaresima". II convento viene messo sotto sopra e alla fine in un cantuccio della dispensa viene ritrovata la troccola : é un po' impolverata, il colore risente degli anni di abbandono , ma con una lucidata presto ritorna come nuova . "Ragazzi, qui sono conservate le sdanghe e le forcelle e ci sono pure i fanali per poter uscire in processione - indica ancora Giovanni Caforio - L'attrezzatura non manca : i primi anni in cui fu eretta la Parrocchia, alla fine degli anni '50, quando fu terminato il complesso Ina Casa, con Padre Ambrogio e Padre Agatangelo,le feste e le processioni non mancavano mai. Prima di tutto la festa di S. Lorenzo e la processione attraversava tutta la città fino a piazza Maria Immacolata. E poi c'era la processione del Corpus Domini, che all'epoca si festeggiava il giovedì a livello diocesano e la domenica nelle parrocchie; il Sacro Cuore ed infine il Crocifisso". In pochi giorni é tutto pronto: si lucidano i fanali si monta la base, si restaura la troccola. Il venerdì Santo la celebrazione della Passio Domini é particolarmente animata. Qualche portatore ancora non é stato trovato e molti vengono avvicinati da Franco Di Giorgio, che sussurra, per non disturbare la funzione: "Te la senti di portare il Crocifisso? Vorresti portare un fanale? " Alla fine, comunque, é tutto pronto e la via Crucis può iniziare. P. Ludovico prende posto nella Renault 5 dei frati, su cui é stato montato un megafono e proclama le stazioni. Al rientro non manca un nastro con la marcia funebre finale. La prima esperienza é stata positiva. I parrocchiani hanno partecipato numerosi. Qualcuno commenta: "Senza questa esperienza non avrei vissuto in pienezza la Pasqua: la partecipazione alla processione mi ha dato una carica che negli anni precedenti mi era mancata."

E’ passato un anno . II Parroco decide di ripetere l'esperienza, si consulta con coloro che lo avevano aiutato nell'organizzazione l'anno precedente. L'intento comune é di fare ancora meglio. Si discute : "Per migliorare la Processione ci vuole la banda". "E dove vuoi trovarla una banda disponibile il venerdì Santo? Tra la processione dell'Addolorata e i Misteri sono tutte impegnate! Chi vuoi che accetti di suonare in periferia ?". L'intervento del Parroco risolve il problema: "Anticipiamo la data della Processione. Il venerdì che precede la domenica delle Palme é il Venerdì di Passione : mi sembra un giorno adatto per celebrare la Via Crucis per le strade". Franco Ortino, Franco Di Giorgio ed Arturo Presta si recano dal maestro Simonetti, il quale accetta di buon grado di portare la sua banda a 'prestar servizio' al Rione Salinella tra le palazzine dell' Ina Casa. La voce si sparge tra gli appassionati ed in tutta la città: la sera del venerdì di passione del 1979 sono presenti non solo i parrocchiani, ma anche i fedeli che vengono da altri quartieri.

E' il pomeriggio del 27 settembre 1980, un sabato in cui l'estate non vuol saperne di lasciare il posto all'autunno. C'è però qualcuno che già (o, forse ancora) pensa alla Processione. Un gruppetto di persone - alcuni hanno da pochi anni raggiunto la maggiore età, altri, invece, già adulti- si riunisce nei locali dell'asilo prefabbricato che sorgeva ove ora c'é il giardino del convento. La Processione sta crescendo. La sua organizzazione non può essere lasciata alla buona volontà ed alla disponibilità dei singoli, ne tanto meno all'improvvisazione dell'ultimo momento. Alla fine la decisione é unanime: costituiamo un Comitato che si faccia carico dei problemi organizzativi e soprattutto reperimento dei fondi necessari, anche attraverso l'autotassazione dei suoi componenti. La scelta del Presidente é presto fatta: il Sig. Giovanni Caforio per la sua esperienza e la sua capacità é la persona adatta.

II tempo passa e le processioni si susseguono. Siamo nel 1983 quando i membri del Comitato avvertono che per poter organizzare nel migliore dei modi la Processione occorre incontrarsi non solo per risolvere i problemi pratici ed organizzativi, ma anche per realizzare insieme un cammino di crescita spirituale. Il Parroco, P. Bonaventura, insiste ed investe i componenti del Comitato di un nuovo mandato: "Dovete essere il Gruppo liturgico parrocchiale" Per la prima volta nel 1984 i portatori indossano il camice bianco. I camici per l'occasione vengono chiesti in prestito alla vicina Parrocchia dei S. Medici. Per la processione del 1985 , invece, la compianta Sig. Anna Scardillo provvede a cucire i nuovi camici per la Processione. Ma il loro uso viene anticipato. Da quell'anno, infatti, il Gruppo liturgico inizia ad animare la Via Crucis ogni domenica di Quaresima. Dopo la Processione i camici vengono riposti in un armadio appositamente procurato, ma solo per poco tempo. La notte di Pasqua il Parroco chiama : "Siete il Gruppo liturgico, dovete prestar servizio all'altare durante la Veglia". Inizia cosi una nuova esperienza che prosegue tutt'ora.

Siamo alla fine degli anni '80 , quando si affaccia sulla scena un nuova generazione di coloro che, si può dire, sono nati con la Processione, negli anni '77/78, che hanno iniziato a frequentare il gruppo dei ministranti, ed ora iniziano a portare i simboli della processione. Per dare spazio e visibilità anche ai più piccolini 1990 per la prima volta é presente una 'posta' di bambini con l'abito di rito. Grande é l'emozione dei più anziani quando vedono le nuove leve portare prima il fanale, poi la troccola, lo stendardo o, addirittura, la Croce dei misteri e, infine, la statua del Crocifisso. Ma forse ancora maggiore é la soddisfazione quando grazie, al loro impegno, riescono a realizzare le stazioni della Via Crucis che dal 1996 vengono poste lungo il percorso per poter sostare in preghiera con più raccoglimento. E' iniziato il passaggio del testimone...

PROCESSIONI PARROCCHIALI

 

Durante il corso dell'anno liturgico, ci sono alcune festività o solennità che la nella nostra parrocchia vengono sottolineate con alcuni segni particolari come le processioni.

La più antica di esse è senza dubbio quella del SS. Crocifisso.

Altre processioni che ormai sono entrate a far parte della tradizione parrocchiale e quella di Gesù Bambino che si svolge al termine della Veglia natalizia e la processione di San Lorenzo da Brindisi che si tiene il 22 luglio in corrispondenza dei festeggiamenti del santo.

  • CONSIGLIO PASTORALE
    Article Count:
    0
  • CELEBRAZIONI
    Article Count:
    7
  • PROCESSIONI
    Article Count:
    11
  • SEGRETERIA-CERTIFICATI
    LA SEGRETERIA E' DISPONIBILE TUTTI I GIORNI FERIALI

    DAL LUNEDI' AL SABATO DALLE ORE 16.00 ALLE ORE 19.00



                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             

    Article Count:
    0
  • STORIA E RICORDI
    Article Count:
    7



Powered by Joomla!®. Designed by: ThemZa hottest actors Valid XHTML and CSS.